21 aprile 2011

E se non avessi capito nulla? (O forse ho capito tutto)


Dubbio lecito, su altrettanto leciti eventi della vita.

Che passano, che si paventano davanti, così.. e non è che proprio tu certe cose le abbia chieste al Fato se non ti fanno piacere.

Ma vabbè capitano e non ci puoi fare molto. C'è chi cade in depressione, chi borbotta, chi tira madonne e chi come me, ci rimane male ma risale sempre, più o meno in fretta.

Eppure ti senti dire cose che mai più di saresti aspettata. Ma pure su questo ci siamo abituati alle valige ricche di consonanti e vocali spese ad cazzum. Qualcuna rimane li, come i granelli di sabbia che ti porti dal mare ogni sacrosanto anno, anche se sei convinto di aver stra pulito la valigia e altre ti rimangono cucite addosso per chissà quale motivo.

O forse un motivo c'è. Mica si dice che c'è sempre?

Ci sarà anche questa volta. Eh già.

Ma bah. E' un post sconnesso, tanto quanto lo sono ora. Nel ritrovare una persona secondo la mia umile opinione di anni addietro. Che capiamoci, non è per nulla negativa. Anzi.

Ma qualcosa non mi torna. Come sempre saranno gli agenti esterni.

Maledetti pollini che portano altrettante maledette allergie.

Ah già. Ma io non ne soffro. 

Allora boh. -ne riparleremo-

14 aprile 2011

2+2+2=6. Dio li fa e poi (spero) li accoppi



Si sa, esistono coppie e coppie.

Coppie che amano fare la famiglia del Mulino Bianco, coppie che scoppiano, coppie che si ignorano, coppie che sono single che condividono le spese di casa.

Poi l'ulteriore suddivisione si stringe in:

* coppie vere
* coppie false

Facile descrivere le seconde, meno le prime.

Le coppie false: ovvero le coppie patinate alla Chi. Sempre a posto, sempre bellini, truccati, sorridenti. Coppie nate dal nulla e poi unite dallo shopping convulsivo, dalle grandi manovre del nostro paese, dal Bunga Bunga e divertimenti spesi in discoteche, scarpe da 300 euro a scarpa e ristoranti di lusso ogni sera.

E poi ci sono le coppie vere. Già. Forse più difficile capire quali sono, ma di sicuro coppie come tante, che non devono dimostrare nulla. Dove ci si confronta, si sbaglia, si discute, si litiga e ci si manda pure a fanculo. Ma dove ogni giorno si costruisce qualcosa, dove la voglia di un figlio consolida e spesso distrugge quel qualcosa che si è già creato. Ma è un rischio, e rischiare lo si deve fare in una coppia. E sono quelle coppie che cercano di non buttare via tutto, che fanno i conti a fine mese per pagare la spesa fatta all'esselunga di un sabato qualunque.

Eppure la prima fascia è forse quella che ho vissuto meglio in questo ultimo periodo. Coppie mischiate, nate sulle ceneri mai avvenute di una storia precedente. Coppie così. Scritte su una notte di sesso e non sulla quotidianità. Coppie perchè fa figo mettere su Facebook che sono impegnato e far vedere al mondo che non sono uno sfigato solo (per poi dire che è per scelta). Coppie create da amiche della mia fidanzata che è amica di quell'altro, che nel mentre se la faceva, ci ho provato io e mi è andata bene. Quindi, va di seguito che siamo una coppia. Finchè ho il mio tappetino a fianco, perchè non dovrei dichiararmi come tale?

Coppie. Coppia. Che poi sta a significare stare insieme. Per amore, prima di tutto. Ma l'amore è rispetto per l'altro. E' stima, è crescita insieme. E' errori, scivolate, sbagli. Ma umani. Non che ho preso Armani anzichè Cavalli. Eppur questo è.

E quindi 2+2+2=6. Senza senso, senza inizio e senza fine. Spettacolo di trash degno di Arcore.

E se un Dio qualsiasi esiste, visto che li ha accoppiati, spero che li scoppi, o meglio "accoppi". 
Magari tra un pan di stelle e una nastrina.

Giusto per rimanere in tema.

12 aprile 2011



Ho imparato tanto tempo fa a non fare lotta con i maiali. 
Ti sporchi tutto e, soprattutto, ai maiali piace.
-George Bernard Shaw-

E io ti blocco su Facebook. (gné, gné, gné)


Come dire, se potessi fare un paragone direi che Facebook è la stanza della mia casa che preferisco.

Dove mi sono costruita il mio piccolo mondo, dove ho libri sparsi per terra, un grande e comodo divano, una tv, lo stereo, qualcosa da mangiare e da bere. E dove mi piace rinchiudermi virtualmente per passare anche solo 10 minuti in tranquillità. 

Tutti ne parlano, tutti lo criticano. E un bel #chissenefrega io ce lo metterei. Perchè esiste una privacy da settare, perchè se lo sai usare è molto meno dannoso di quello che vogliono far passare. E poi, diciamocelo. Ma se io scrivo e condivido i cavoli miei in rete, che poi, dopo, mi faccio problemi perchè sono alla pubblica gogna? Stiamo parlando della rete, non del pianerottolo di casa.

E a dirla tutta, preferisco metterli in rete che tra i simpaticoni del mio palazzo, che spero prima o poi sia altrettanto simpaticamente sulle prime pagine del quotidiano locale per un fenomeno di autocombustione di massa.

Va beh, tornando a Facebook, non voglio parlare per ora, di ciò che è stato detto su Report, ma bensì di un piccolo punto personale che proprio non capisco. Il "bloccare" le persone. Esiste la "non" amicizia. Non basta?

E no certo, se ti rode tanto il culo da doverti "nascondere". Ridicolo. Stra ridicolo, tanto di più se fatto da persone che Fb lo usano tanto quanto gli assorbenti. Ovvero una volta al mese durante il ciclo per al massimo 5 giorni tanto perchè lo devono fare. E scrivono cose che anche se le leggesse il loro peggiore amico (spesso sotto dettatura, conoscendo gli elementi che non sanno neanche formulare una frase o uno status in autonomia) cosa succederebbe?

Proprio nulla.

Noiosi. Paranoici. Infantili. E la cosa bella è che si aspettano di farti un dispetto. 

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!

Per dovere di cronaca è una risata.

E per secondo dovere di cronaca, forse lo sarebbe stato un tempo, quando con certe persone ho condiviso delle emozioni.

Ora (e mi sento tanto Spank), mi viene solo da dire "poveretti". Restate nella vostra ignoranza. E magari spendete i soldi che avete in un corso accelerato. Per quanto mi riguarda potrebbe esservi utile.

Sempre che ce la facciate. 


p.s. L'amicizia ve l'ho tolta prima io .... gnè gnè gnè. Tiè. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I figli son pezzi 'e core, ma anche no: la stronzaggine impera

Considerazione più seria che non, sui figli. Che ogni volta mi scappa se accade qualcosa. Nella fattispecie la difesa spasmodica di a...