19 aprile 2008

Video che passione! O che tortura?



Ormai è passato un anno dal mio incontro con il web, e a dire la verità anche lo scontro con una telecamera. Nel senso che non è che non avessi mai realizzato filmini matoriali (oddio, no! non parlo di porno...) ma usarla per lavoro è un'altra cosa.
Il mio capo, fin dall'inizio, nel mettermi a seguire un blog aziendale legato a una rivista, ha avuto la brillantissima idea di filmare tutto e di metterlo online. Già, senza avere alle spalle nessun tipo di consocenza "tecnica a riguardo". Ecco dunque l'entrata nel fantastico mondo del Video Editing. Prima passando da YuoTube e poi dalla piattaforma nostra attuale.

E uno dice che ci vuole? E già...ma uplodarli, montarli, tagliarli...e i sottotitoli e le dissolvenze e la musica che deve finire e iniziare nel punto giusto. Aiuto!!!
E qui vi sfodero una lista di programmi, che sembra la mia lista della spesa dopo due settimane che non frequento l'Esselunga: Sony Vegas, Movie Maker, Captur Wizard, Shrink, Any Converter Video (vogliamo dimenticarci il passaggio dell'encoding?), per poi passare ai classici player come Quick Time, Real Player, Windows Media Player, e tutti gli altri che non ricordo.

A dire la verità non so neanche se i nomi che ho scritto sono giusti...ho talmente tanti programmi al lavoro che i nomi mi sfuggono. E giusto venerdi mi hanno aumentato la memoria del pc, meno male!!!!
Sta di fatto che ormai mi sento un video-editing più che una giornalista.
E qui parte la domanda: ma quanto sono utili nel web i video e quanto sono davvero filati dagli utenti se non su YouTube?
No perchè, tra l'altro pensavo, se ho risposte positive quasi quasi mi faccio cambiare il contratto dal mio capo! :-)

18 aprile 2008

Beemood su Elle.it o Elle.it su Beemood?

Ci ho sempre creduto a dire la verità...sono giovani, brillanti, simpatici, pieni di entusiasmo e davvero in gamba. Beemood è sempre stato questo.

Oltre che un ottimo esempio di Made in Italy.

E oggi ne ho parlato su Elle.it, finalmente, soddisfazione doppia per il grande lavoro che c'è dietro alla grande rete. Nostra o loro, è sempre la grande rete di tutti noi.

Ecco il testo integrale quasi integrale:

Beemood, il primo social network tutto italiano

Oggi mi sento...crazy! Ma anche happy, tired o sexy. E nell'era della "grande rete", dirlo su un social network è diventato ormai come leggere il quotidiano del mattino. Almeno per i blogger o per chi "mastica" costantemente il web. Sulla falsa riga del più famoso Twitter, è nato in Italia Beemood, carino, fresco, giovane, con una community vivace e decisamente interattiva. Ognuno può diventare chi vuole, ma anche essere semplicemente se stesso. Basta un avatar, un nickname, voglia di comunicare e... scatta il contatto......(continua)

Ma fatemi un piacere, leggetevi l'originale su ELLE:IT!!!
(cosi vedete anche come finisce!)

14 aprile 2008

Vita d'ufficio


Lezione numero 1
C'era un corvo che se ne stava appollaiato sui rami alti d'un albero e non faceva niente tutto il giorno. Un coniglietto di passaggio vide il corvo e gli chiese: "Posso starmene anch'io seduto qua a non far niente tutto il giorno?" "Certo, perché no?" rispose il corvo." E il coniglietto si sedette comodo a terra sotto il corvo a riposarsi.
All'improvviso apparve una volpe, saltò sul coniglietto e se lo mangiò.

Morale di carriera:
Per startene seduto a non far niente tutto il giorno, devi essere
seduto molto in alto.

Lezione numero 2
Un tacchino selvatico chiacchierava con un toro:
"Mi piacerebbe tanto arrivare in cima a quell'albero, ma non ne ho
la forza.
"Beh, perché non ti mangi un po' della mia cacca", rispose il toro:
"E' piena di roba nutritiva".
Il tacchino becchettò un po' di cacca e scoprì che di fatto gli aveva dato forza sufficiente per arrivare al primo ramo dell'albero. Il giorno dopo, mangiato un altro po' di merda, arrivò al secondo ramo. Dopo un paio di settimane, il tacchino era fieramente appollaiato sulla cima
dell'albero. Ma fu subito visto da un cacciatore che lo abbatté.

Morale di carriera:
Mangiando merda puoi arrivare in cima, ma non è detto che ci resti..

Lezione numero 3
Un uccellino era in volo per andare a svernare al Sud. Ma il freddo era tale che l'uccellino cadde a terra congelato. Una vacca di passaggio gli scodellò addosso una cacca fumante.
Scongelato e riscaldato, l'uccellino si mise a cantare di gioia. Ma un gatto randagio lo sentì, lo trovò, lo tirò fuori dalla cacca e se lo mangiò.

Morale di carriera
1.- Non tutti quelli che ti coprono di cacca sono tuoi nemici.
2.- Non tutti quelli che ti tirano fuori dalla cacca sono tuoi amici..
3.- Quando sei nella cacca, tieni chiuso il becco


Tratto da: vita di ufficio.

N:B. Se volete divertirvi e amate in modo sconsiderato il vostro capo, fatevi sto giochetto :-)


06 aprile 2008

Punto della situazione


Sono decisamente stanca. Sarà la primavera, saranno gli acciacchi non proprio felici della mia ormai non-salute da vecchietta, ma dormirei tutto il giorno o per lo meno frequenterei molto felicemente il letto per ore e ore.

C'è di mezzo una buona dose di anemia che mi accompagna da anni e il clima decisamente pazzo, direi, non mi aiuta. C'è di mezzo il lavoro, con ritmi serrati e apnee prolungate e dall'altra la famiglia che non ti permette di svaccarti sul divano come una volta.

Insomma, prendere un aereo e fuggire lontano. Ma avendo una certa idiosincrasia di stare coi piedi così per aria? E come si può lasciare la famiglia? E come si può lasciare il lavoro? Beh si questo in effetti si potrebbe. Ma dovunque le catene tirano.

E la stanchezza aumente. Ormai direi cronica. UFF! :-(

01 aprile 2008

Situazione Alitalia

ALITALIA: TERMINE TRATTATIVA PROROGATO AL 2 APRILE
Roma, 31 mar. (Adnkronos) - Alitalia ha convenuto con Air France - Klm di prorogare al 2 aprile il termine per la conclusione della trattativa. Lo rende noto la compagnia in un comunicato. ''Alitalia -si legge nella nota- comunica che al termine dell'odierna giornata di incontro, unitamente ad Air France - Klm, Fintecna e Alitalia Servizi, con le organizzazioni sindacali e le associazioni professionali, in ragione della concordata prosecuzione di detto incontro per domani, primo aprile, ha convenuto con Air France-Klm di differire al 2 aprile prossimo il termine del 31 marzo, entro cui era previsto si dovessero avverare le condizioni di efficacia del Contratto concluso il 15 marzo scorso''.

Oggi se ne è andata anche il sindacato durante le trattative.

Ok, ok, la compagnia di bandiera sta affogando e molti sono contenti. Ma io che ho una parte di famiglia li dentro, sono davvero preoccupata. Come d'altronde chi ci lavora che non capisce, che vorrebbe sopravvivere, che spera in Air France, in quanto esperta del settore. Avrei un po' di analisi da fare...

Rimetto in sesto le idee e ne parliamo. Nel frattempo...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I figli son pezzi 'e core, ma anche no: la stronzaggine impera

Considerazione più seria che non, sui figli. Che ogni volta mi scappa se accade qualcosa. Nella fattispecie la difesa spasmodica di a...