Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Questione di tempi, di silenzi, di cuore.

Immagine
Come sto?

Bah, non ancora bene, non sarà così ancora per un po'. Mi manca.

Mi manca lei e mi manca Lorenzo, lego sempre il mio piccolo a quella malinconia che mi viene in alcuni momenti dell'anno, in alcuni momenti particolari. Perchè lui è la mia essenza, lui è nove mesi vissuti insieme in simbiosi....

Lui è la persona che mi conosce meglio. Non c'è dubbio.

Eppure non c'è ormai da 9 anni. Fisicamente non c'è... ma ho imparato che il fisicamente è davvero limitato. Abbiamo bisogno di baci, carezze, di profumi, di lacrime... ma quanto sono importanti i rapporti emotivi che non hanno nulla di fisico?

Le assenze emotive sono quelle che fanno più male e su queste mancanze ti ritrovi a pensare di voler di nuovo abbracciare per poter rendere dei silenzi tangibili.

A volte, quello che non pensi ti tocchi più di tanto, sa devastarti dentro come un terremoto. Ricostruirci sopra la tua casa richiede tempo, forza e pazienza.

Richiede sorrisi, richiedi occhi vivi, richiede sen…

Preghiera per un'amica che non c'è più

Immagine
Ieri c'è stato il funerale.

Io sinceramente ho ancora la testa nel pallone, ancora penso a lei, ai suoi figli, a suo marito. Mille domande, mille risposte che non avrò e non avremo mai.

Ieri ce ne è voluto davvero tanto di coraggio per il dolore che avevo dentro. Al mattino prima i fiori, poi in camera mortuaria per portarle almeno, anche se ci sono riuscita limitatamente, l'ultimo saluto e un piccolo fiore da portare sempre con sè.

E poi c'è stata la messa. Già. Io non credo più in quel tipo di religione da un po', ma ho dovuto (prima di tutto per l'amicizia che ci legava), stare dentro a seguire.

Mi hanno chiesto se nessuno avesse scritto nulla da leggere.

Mi sono sentita in dovere di farlo io, io amo scrivere, scrivere è il mio lavoro, lei è la mia amica. D'altronde lo avevo appena fatto qui, come non farlo? Di parole ne ho così tante da dirle ancora.... e sono convinta che il coraggio avrei dovuto trovarlo per lei.

Cuore in piena tachicardia, gambe che trema…

Addio amica mia, hai deciso di dirci addio...

Immagine
Non ci sei più. Purtroppo, da stanotte, non ci sei più. 

E io ancora non ci credo.

Non capisco, non è vero.

Avrei solo voluto poterti aiutare di più, prendermi cura di te con più attenzione. 

Ti sei suicidata in casa con una corda.... che sia dura come frase è purtroppo la verità massacrante, la verità.

Il tuo sorriso non se ne va dalla mente.

Amica mia sai ora cosa ricordo maggiormente di te? Che sei stata una mamma splendida, che nei tuoi figli si rispecchia la donna meravigliosa che sei sempre stata.

E tu hai amato alla follia i tuoi figli...

Io non posso capire, non ci riesco, scusami. 

Non per il gesto in se stesso, un gesto folle, estremo.. ma i problemi a volte sembrano così grandi che la mente non sa superarli.

Non riesco a capire come tu abbia potuto farlo amando in modo così enorme i tuoi piccoli gioielli, come tu possa avergli dato un fardello così pesante da portare a quell'età. 

Non lo avresti mai fatto, non avresti mai dato un dolore proprio a loro, eppure non sei riusc…

Quante bugie ci raccontiamo (e quanto siamo brave a farlo).

Immagine
E sono tornata all'ovile. Chissà perchè quando i periodi non sono dei migliori, il posto dove ti senti più tranquilla è proprio casa.

Casa dove si vive, casa online. Poco importa.

E' da Natale che ho dolori alla pancia. Guarda caso è da prima di Natale che le notizie non proprio positive si susseguono.... ecco allora la visita dal chirurgo per escludere qualcosa di urgente da operare con mia non sana prospettiva subissata dalla paura di quella cosa definita ospedale.

Qualsiasi tipo di ospedale che sia a me manda in tilt. Detto ciò e ringraziando che per ora me lo posso permettere, le visite private si sa, hanno la precedenza (incluso il fatto che persone amiche ti aprano la corsia preferenziale). Esami sotto le feste fatti tra un giorno di chiusura e l'altro e visita finale negativa.

Ma mica finisce qui. Ieri sono andata dalla gastroenterologa.

Persona squisita. Persona umana. Medico con due palle così che soffre dello stesso disturbo che cura. Qualcuno dirà ah bene, io d…

Non sarà un arrivederci.

Immagine
Lo devo fare qui, perchè qui è iniziata un'epoca.

Il mondo di strafalcioni, di risate, di pianti, di mal di stomaci..... e qui non posso fare altro che dover scontrarmi con un altro addio.

Perchè poi alla fine di quello si tratta, non sono mai solo degli arrivederci i rapporti importanti che in qualche modo si devono separare.

No, io non parlo di amore, ma di amicizia si, di stima, di unione, di feeling, di sguardi che si capivano da soli. Di un uomo che ha sempre saputo le mie cazzate, i miei sbagli, di un amico che mi ha sostenuto in brutti momenti e che ha gioito con me in altri.

Di un uomo che ha sempre creduto in me dimostrandomelo.

Di un uomo che mi faceva arrabbiare come pochi sono riusciti a fare.

E qualcuno che mi ha già portato via una delle cose più importanti della mia vita, i miei sogni, ora mi porta via anche lui.

Doppio tradimento.

L'ho presa male, malissimo. Anche se la vita è personale e io non ci posso proprio fare nulla. Se non tentare di ingoiare il groppone …

Sfilate A/I 2013-14 uomo: come essere un perfetto fashion blogger

Immagine
Al via le sfilate uomo, con un ricco susseguirsi di show: da Londra, passando per il Pitti, arrivando a Milano e concludendo con Parigi. Come essere protagonisti di questo meraviglioso spettacolo mediatico? La risposta è scontata: diventate dei (brillanti) fashion blogger. Basta poco, qualche accessorio glam ma pratico, un’occhio attento alle tendenze e velocità di sharing. Noi, da brave cool hunter, vi regaliamo qualche consiglio per giocare al meglio le vostre carte in rete. Live blogging, live your Elle.it!

LINK: http://www.elle.it/Moda/Speciale-Uomo-A-I-2013/Sfilate-A-I-2013-14-uomo-come-essere-un-perfetto-fashion-blogger#1