27 settembre 2017

Ci sono fattori ambientali che influenzano lo sviluppo delle malattie tiroidee: quali sono



L'eccessiva funzione di iodo, la carenza di selenio e di vitamina D, il fumo, la flora intestinale sballata e alcuni farmaci, sono risultati dannosi nei confronti delle malattie autoimmuni. 

Secondo il team capitanato dal prof Ferrari, alcuni fattori collegati all'ambiente possono giocare un ruolo rilevante nello sviluppo delle tiroiditi autoimmuni: non solo le radiazioni quindi influirebbero negativamente sulla tiroide. 

Se mancano selenio e vitamina D non solo si deteriora ma pare anche sia più difficile eliminare i radicali liberi favorendo nel tempo infiammazioni e processi autoimmuni. 

Lo iodo ha doppia funzione: se preso poco induce il gozzo, il troppo utilizzo può innescare anche in questo caso meccanismi patologici. 

Per assurdo il fumo sembra abbia un effetto protettivo nei confronti delle forme di ipotiroidismo, ma aumenta 2 volte il rischio di ipertiroidismo nella Malattia di Graves e di 3 o 4 volte del rischio di esoftalmo (protrusione del bulbo oculare oltre la rima palpebrale) dovuta proprio a questo. 

Tra altri fattori ambientali anche i virus non aiutano: il Parvovirus B19 e il virus dell’epatite C sono sospettate di contribuire allo sviluppo di tiroiditi autoimmuni, ma non si hanno certezze. 

Tra i farmaci pollice sverso per quelli contenenti iodio e il tipo di interferone impiegato nella cura dell'epatite da virus C; i metalli pesanti come cadmio e manganese sono dei probabili coautori nello sviluppo del tumore alla tiroide. 

C'è da chiarire che il 70% di presentare tiroiditi autoimmuni viene attribuito a fattori legati ai geni, ma anche i fattori ambientali in parte incidono nel loro sviluppo. 

25 settembre 2017

15 porte meravigliose in giro per il mondo: la bellezza di queste foto e dei loro particolari

Veri e propri biglietti da visita di un edificio, le porte contribuiscono spesso a creare scenari molto gradevoli agli occhi
Le porte, oggetti di estrema semplicità, nati più dall’utilità che da un inquieto spirito creativo, possono in realtà trasformarsi in qualcosa di unico. Vero e proprio biglietto da visita di una casa, esse sono tutt’altro che un dettaglio e possono contribuire, nel loro insieme, a creare scenari molto gradevoli agli occhi. Come le porte degli edifici di Notting Hill o, ancora, quelle di Burano, famose in tutto il mondo per la loro vivacità.
Accanto a queste, però, ne esistono molte altre al mondo: porte dalle grosse pennellate o dagli stili esotici, porte con murales o con miriadi di orpelli, porte enormi e porte lussuose. Hundredrooms ha raccolto alcune di esse, stilando un itinerario curioso che va dalla Colombia al Tibet, dalla Cina alla Tunisia, dall’Indonesia alla Spagna, dal Marocco all’Italia.


 Copenhagen, Danimarca - Questa porta dal colore verde, situata nella comunità indipendente di Christiania, richiama la forma di un albero, ma anche di due figure simmetriche che si incontrano armonicamente.


 La Palma (Canarie), Spagna - Una porta dalle grosse pennellate blu, che spicca per il netto contrasto con il nero della pietra vulcanica delle pareti. Un effetto molto piacevole agli occhi.


 Fenghuang, Cina - Pavoni dalle code infuocate, somiglianti a draghi che sputano fiori dai colori accesi. La semplice descrizione di questa porta impressionante ci fa già capire di essere in Cina, dove questo stile è molto popolare.


 Breslavia, Polonia - Una bellissima porta blu con elementi e motivi in oro che le conferiscono un’eleganza che non passa inosservata. Sembra quasi la porta d’ingresso di un palazzo reale.


Ostuni (Puglia), Italia - Nella calda e soleggiata Italia del Sud, questa porta si allinea perfettamente al contesto. Il blu intenso richiama il colore del mare, ma anche quello del cielo sovrastante. I cactus e il bianco delle pareti richiamano il fascino di una terra assolata come, appunto, la Puglia.


Guatape, Colombia - Anche i colori e lo stile di questa porta colombiana richiamano evidentemente uno scenario estivo, assieme alle piccole decorazioni a forma di barca, che spiccano su di uno sfondo azzurro. L’alternanza di rettangoli colorati su di uno sfondo chiaro è tipica del Paese sudamericano.



Little India, Singapore - Se al mondo esistessero altri colori, di sicuro verrebbero inclusi in queste porte dalla vivacità esplosiva, che di colori ne hanno da vendere. Situate a Little India, uno dei quartieri più caratteristici di Singapore, non sfuggono di certo agli occhi dei visitatori.


Londra, Regno Unito - Una porta stretta e antica, circondata dalle pareti rosse di un edificio chiamato Alice’s House. In essa figurano personaggi dagli abiti medievali, ma anche la rappresentazione delle diverse stagioni dell’anno.


Jaipur, India - Una porta dallo stile tipicamente indiano, ricco di elementi etnico-orientali, dettagli in oro e rappresentazioni naturali, come i fiori ai lati dell’ingresso. Tutto ciò, nel complesso, dà l’impressione di essere di fronte a un grande tappeto persiano.

Chiang Mai, Thailandia - Il dipinto di una pagoda nella montagna di Inthanon è realizzato in questa particolare porta in legno di Chiang Mai, una delle città più popolose della Thailandia.


Tangeri, Marocco - Una porta dalla forma orientaleggiante molto popolare nelle medine del Marocco. Il contorno è caratterizzato da onde di colori che si alternano dando un effetto quasi psichedelico.


Mosca, Russia - Questa porta di Mosca presenta dei motivi ricorrenti all’interno di riquadri perfettamente disposti. Osservando i bordi rossi e lo stile classico di questa porta, sembra di fare un tuffo nel passato, in quell’epoca sovietica dove vigeva la severa legge dell’ordine.

Tibet - Più che da una porta, questo edificio tibetano è “protetto” da una tenda dai colori vivaci e dallo stile puramente orientale che, di certo, non è meno bella di una classica porta. 

Bali, Indonesia - Una tradizionale porta che si suole incontrare in quest’isola esotica e affascinante. Interamente ricoperta di foglie e motivi floreali, tra i quali si confondono le maniglie altrettanto stilose.



Funchal, Portogallo - Le porte del centro storico di Funchal sono famose per i loro graffiti. In particolare, quella qui raffigurata, con numeri e tabelline, è chiaramente la porta di una scuola.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I figli son pezzi 'e core, ma anche no: la stronzaggine impera

Considerazione più seria che non, sui figli. Che ogni volta mi scappa se accade qualcosa. Nella fattispecie la difesa spasmodica di a...