E io ti blocco su Facebook. (gné, gné, gné)


Come dire, se potessi fare un paragone direi che Facebook è la stanza della mia casa che preferisco.

Dove mi sono costruita il mio piccolo mondo, dove ho libri sparsi per terra, un grande e comodo divano, una tv, lo stereo, qualcosa da mangiare e da bere. E dove mi piace rinchiudermi virtualmente per passare anche solo 10 minuti in tranquillità. 

Tutti ne parlano, tutti lo criticano. E un bel #chissenefrega io ce lo metterei. Perchè esiste una privacy da settare, perchè se lo sai usare è molto meno dannoso di quello che vogliono far passare. E poi, diciamocelo. Ma se io scrivo e condivido i cavoli miei in rete, che poi, dopo, mi faccio problemi perchè sono alla pubblica gogna? Stiamo parlando della rete, non del pianerottolo di casa.

E a dirla tutta, preferisco metterli in rete che tra i simpaticoni del mio palazzo, che spero prima o poi sia altrettanto simpaticamente sulle prime pagine del quotidiano locale per un fenomeno di autocombustione di massa.

Va beh, tornando a Facebook, non voglio parlare per ora, di ciò che è stato detto su Report, ma bensì di un piccolo punto personale che proprio non capisco. Il "bloccare" le persone. Esiste la "non" amicizia. Non basta?

E no certo, se ti rode tanto il culo da doverti "nascondere". Ridicolo. Stra ridicolo, tanto di più se fatto da persone che Fb lo usano tanto quanto gli assorbenti. Ovvero una volta al mese durante il ciclo per al massimo 5 giorni tanto perchè lo devono fare. E scrivono cose che anche se le leggesse il loro peggiore amico (spesso sotto dettatura, conoscendo gli elementi che non sanno neanche formulare una frase o uno status in autonomia) cosa succederebbe?

Proprio nulla.

Noiosi. Paranoici. Infantili. E la cosa bella è che si aspettano di farti un dispetto. 

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!

Per dovere di cronaca è una risata.

E per secondo dovere di cronaca, forse lo sarebbe stato un tempo, quando con certe persone ho condiviso delle emozioni.

Ora (e mi sento tanto Spank), mi viene solo da dire "poveretti". Restate nella vostra ignoranza. E magari spendete i soldi che avete in un corso accelerato. Per quanto mi riguarda potrebbe esservi utile.

Sempre che ce la facciate. 


p.s. L'amicizia ve l'ho tolta prima io .... gnè gnè gnè. Tiè. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Charlie finalmente morirà (e no, non è stato anche figlio tuo): quando il silenzio non c'è

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Cosa colpisce la tiroide? Ecco gli organi bersagliati quando non funziona bene