Dedicato a te


Giocare coi pensieri,
sentirti accanto a me,
sfiorarti le labbra con un bacio.

Guardare la luna
e credere che anche tu lo faccia,
osservare le nuvole e trovare
come in un gico di bimbo,
il tuo viso tra le forme.

Pensare a noi, alla nostra storia,
che poi, forse, una storia non è
ma crederci fino in fondo,
fino a che il cuore
non mi fa male.

Sperare in un tuo gesto,
in uno sguardo,
in una carezza.

E rinchiudermi nel silenzio
del mio amore per te,
cercando di ascoltare quella musica leggera
quella che mi ricorda te.

Commenti

Post popolari in questo blog

Charlie finalmente morirà (e no, non è stato anche figlio tuo): quando il silenzio non c'è

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Cosa colpisce la tiroide? Ecco gli organi bersagliati quando non funziona bene