Prendere una decisione...


A volte succede, meno spesso di quello che dovrebbe essere ma succede. Accade che ti trovi di fronte a delle scelte e non sempre puoi dribblare o scappare o fare finta di nulla prendendo tempo. No, non si può sempre fare purtroppo.

E non si ha sempre voglia di vedere e ragionare su quelle risposte della vita che proprio non ti piacciono... anche se lo sai che è sbagliato, perché infondo sono proprio quelle che hanno un peso. Quella magnifica gioia di vivere che a volte cede il passo alla confusione piu' nera, dinanzi a situazioni tutto sommato minori quando invece mostri una determinazione ferrea e una lucidita' assoluta in altre situazioni decisamente pesanti...

Sostenere il valore di quell'inquietudine che porta ad acquisire un modo di pensare diverso, anche se la vista offerta dai nuovi occhi non necessariamente risulterà confortante? Non so forse si dovrebbe, per cercare di non fossilizzarsi su un'unica visione... sta di fatto che risulta sempre difficile prendere decisioni drastiche. Che siano un allontanamento, una presa di posizione, una chiusura o un'apertura... se poi c'entra il cuore, beh...

Io non so se poi si fa la cosa giusta, se tutto quello che si fa abbia un senso... si soffre, comunque sia, se non si è in grado di staccarsi corporalmente e mentalmente da se stessi.. si soffre molto perché non si è mai convinti alla fine. Ma a volte dire basta con se stessi ha comunque un effetto positivo. Quando ci si sente pesanti, oppressi, fuori luogo e i sorrisi si tramutano in lacrime, forse fare un passo indietro e fermarsi, fa comunque bene. Di questo ne sono convinta.

Come sono convinta che le tragedie siano altre ma si sa, poi la tua vita è la tua vita e non è facile saperla gestire... comunque vada, si cresce un po' di più. Forse un giorno, prima o poi, diventerò grande...

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti