I falsi opportunismi dell'amicizia "sfanculati"



Premessa: ho sempre creduto nell'amicizia.

Un po' in senso infantile, un po' sognante.. quella per cui se hai bisogno e c'è un tornado in atto proprio dove vivi, lei o lui arrivano lo stesso solo per asciugarti una lacrima. Va bene, di sicuro la televisione può non averci fatto bene fino infondo ma mi è sempre piaciuta l'idea di vederla così.

E poi succede che cresci. E ti accorgi che tutta l'edulcorazione che ci hai messo rischia in realtà di farti venire solo un bel diabete coi fiocchi.

Impari un po' di più a filtrare, a scegliere, a mettere i tag giusti nella tag cloud della tua vita. Con una differenza sostanziale: non perdoni e non dai tempo in più. Perchè lo ritieni completamente inutile.

Per quanto mi riguarda sono due le cose che proprio non tollero all'alba dei miei 37 anni.

1) Se sei o ti ritieni o ti fai ritenere una mia amica/o, puoi non informarti di me, ma se sta male mio figlio voglio e pretendo immediatamente (o quasi) almeno un sms per informarti sulla situazione.

2) Il fatto di essere opportunisti. Non ti porta a nulla se non a una solitudine pietosa immensa. Perchè la gente alla fine non è fessa e ti tratta esattamente come fai tu. Solo che se sei pure una sfigata maggiorenne, sai già di avere la peggio. Odio intensamente l'utilizzo delle persone, senza saper valutare i rapporti seri, importanti e da difendere.

Beh, ho deciso per altro (o meglio mi viene istintivo) di non dare neanche più spiegazioni, perchè a me infondo, ogni volta che mi hanno martellato, non me ne hanno date o quanto meno la ragione era sempre dalla parte opposta ...

Quindi ho scelto. Come sempre. Come per altro ho sempre detto di non saper fare dicendo una palla anche a me stessa. Perchè sono bravissima a scegliere di sfanculare le persone che non hanno senso, e a non avere paura di "perderle". Non si perde proprio nulla con "amiconi" così, bastava infondo, capirlo un po' prima.

Conclusione: meglio non definirsi tali se non si è in grado di reggere un rapporto e festeggiare davanti a una birra. Con un sorriso. VERO e SENTITO.

Commenti

Post popolari in questo blog

Charlie finalmente morirà (e no, non è stato anche figlio tuo): quando il silenzio non c'è

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Cosa colpisce la tiroide? Ecco gli organi bersagliati quando non funziona bene