26 luglio 2008

E' morto

La morte dopo una lunga malattia multimediale, lo ha portato via. Un brutto carcinoma sfociato in molte metastasi. Randy Pausch lo conosco solo attraverso le sue parole, quelle che ha messo nel suo libro «L'ultima lezione. La vita spiegata da un uomo che muore», libro che sto leggendo e che non ho ancora finito.
Ne ha dato notizia ieri il corriere . Non sapevo di questo libro, sono entrata in libreria un giorno e mi ha colpito la voglia di quest'uomo di portare a termine un sogno.
All'inzio, si dispera perchè vuole fare la sua ultima lezione (il professore era la sua professione, anzi la sua amata professione) e a un certo punto si illumina: non serve parlare di nulla se non di come si realizzano i desideri e i sogni fin da quando siamo piccoli.
La sua last lection la trovate su youtube.
Lascio a lui le ultime parole di questo post: «Trovate la vostra passione e seguitela - disse -, non smettete di cercarla perché altrimenti ciò che state facendo è solo aspettare la Mietitrice».
.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Io ero, sono, sarò: quando il tumore NON ti rende meno donna

Facile finché non ti sfiora. Facile anche non pensarci finché va tutto bene. Eppure il tumore , che a definirlo cancro in effetti fa pi...