Veleno al femminile "Ora parlo io": -parte 1-


Nell'ultimo periodo, sarà che sono cresciuta di ancora qualche anno, mi è capitato di avere intorno amiche che quanto meno ho sempre creduto tali. 

E ahimè, io che sono molto femminista, a volte, devo proprio colpire questo fronte. (Forse è per quello che lo sono?).

Sta di fatto che due persone in particolar modo hanno segnato in effetti il termine "amicizia". La prima, risale ormai a quasi 4 anni fa. Entrate al lavoro contemporaneamente -lei neo assunta-, io trasferita nella nuova aerea, siamo presto diventate amiche. Di quelle amicizie da ragazzine, seppur i parecchi anni di differenza. (tipo 7 o 8, ho talmente rimosso che non ricordo).

Eppure ne abbiamo fatte tante di cazzate insieme, ma proprio tante. E i segreti divisi sul filo del silenzio, le uscite organizzate, lo shopping più o meno selvaggio... e le ore passate a chiacchierare tra telefono, chat e pause ritagliate. Ricordo ancora il balconcino quando si poteva fumare qui... quanto era diventato il nostro piccolo e regale angolo di paradiso -nonostante fosse pulito ogni duecento e dieci anni-!!!

Eppure ad un certo punto, come sempre nonostante le promesse e gli errori trascorsi, ecco un uomo (?) rovinare tutto. O meglio un altro amico che è diventato il suo gentil servitore (tutti lo chiamano in un altro modo ma sorvoliamo) e che involontariamente o no, ha rovinato tutto. Non entro nel merito, per gentil concessione della mia mano scribacchina, ma nel sentirsi forte e appoggiata da un qualsiasi signor quàquàraquà (come le peggiori femmine di Caracas), eccola che si è infilata il vestito (ma non era nuda?) di Giovanna d'Arco, è salita goffamente sul suo destriero e ha impugnato la spada senza neanche saper come tenerla. 

Tremenda vendetta!!! (Ma de che poi me lo sto ancora chiedendo..). Ricordando nel frattempo, le ore passate a difendere e proteggere e stimolare questa storia. Come nei migliori film, da migliore amica sono diventata la miglior nemica, ma si sa, i film dell'orrore hanno dietro un genio solitamente. Già ma quelli fatti bene. Quelli così hanno semplicemente una sfigata che vuole sentirsi grande, quando grande non lo è mai stata. 

Ed ecco allora la riscossa dei puffi, se così possiamo dire. Ma fatta veramente male. Nel modo corretto si direbbe "diffamazione" e ci sarebbero tutti i presupposti per una bella denuncia con tanto di testimoni.

E io mi chiedo.. ma non ha un cazzo d'altro da fare che sparlare male di tutti e sentirti al centro del mondo? Ma proprio lei che si è fatta il mondo da quando non era neanche maggiorenne... e che spande solo e inesorabilmente merda in bugie.

Sai che c'è? Che un'amicizia ha tutti i diritti di finire, ma con lei muoiono anche i segreti e le cose che si sanno. E' una persona cattiva. Arida, stupida e viziata.
Ma tutto torna indietro prima o poi.
Sta di fatto, che mentre aspetto, spero di non trovarla mai davanti sulla mia strada mentre guido. Potrei aiutare il destino. ;)

<<...continua...>>

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti