L'amore va oltre la sofferenza: le parole di Valeria, la fidanzata di DJ Fabo



Da un commento sul mio Facebook di un'amica, sono andata a cercare qualche informazione in più su Valeria, la fidanzata storica di DJ Fabo.

"Il coraggio era di Valeria. Di Fabo la disperazione."

Chissà perché ero convinta fosse morta con lui in quel fatidico giorno del 13 giugno 2014, quando è accaduto l'incidente.

Se ne parla poco di Valeria Imbrogno, forse non vuole lei, eppure è stata la voce del suo uomo in questi ultimi 3 anni di sofferenza. Insieme da 10 anni, quando Fabiano non era mai fermo nella sua vita non proprio tranquilla (come l'ha definita lui).

10 anni di amore tra sorrisi e silenzi, tra ballare al ritmo dei suoi dischi a smontare le ruote della carrozzina ogni qualvolta si dovesse prendere l'ascensore per uscire di casa.

"Perché ogni tanto doveva pur uscire di casa"

Bagnargli quasi ogni giorno le labbra con la Sambuca, a lui che piaceva così tanto il sapore della sambuca.

Eppure non c'è mai stata l'ombra del pietismo in questa storia, e nemmeno un giorno senza Valeria al suo fianco. Se l'amore esiste, probabilmente ha questa forma.

"Il Fabo e la Vale sono stati sempre quelli che lottavano, quelli che andavano avanti, quindi non ci avrebbe fermato una carrozzina, non ci avrebbe fermato  una cecità, c'erano i miei occhi, la mia voce, c'era la mia forza e la sua anche di ostinarsi a vivere lo stesso nonostante quello che gli era successo".

Dall'India, dove hanno vissuto 5 anni insieme al letto di Milano, dove era costretto a restare in quella "notte senza fine", "Fabiano parla di qualità di vita, non di quantità. E sopravvivere in quantità non rispecchia il suo concetto di vita” aveva detto a Radio 24 per spiegare le ragione della sua richiesta di ricevere l'eutanasia nel suo paese, al Presidente della Repubblica.

Lei che ne è sempre stata la portavoce, che non ha mai ragionato da egoista.

"Allora Valeria ti faccio una domanda. Ti chiedo faresti cambio per una settimana, un'unica settimana a stare quà, cieca e in un letto"

"La mia risposta è stata.. no, neanche una settimana riuscirei a starci"

"Ecco questa quà è la risposta al motivo per cui mi devi aiutare".

Valeria non lo ha seguito in Svizzera solo perché avrebbe rischiato anche lei 12 anni di carcere.

"Quando penso che non sarà più al mio fianco, penso solo che lui tornerà a essere Fabo. E se si ama una persona non si può volere altro".

Touché.

Ecco l'intervista completa: Valeria Imbrogno parla di DJ Fabo




Commenti

Post popolari in questo blog

Charlie finalmente morirà (e no, non è stato anche figlio tuo): quando il silenzio non c'è

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune