E' ora di dire basta: giù la maschera. Credo e non credo.


Basta fingere. Basta. 

Questa maschera non la sopporto più. Non sono mai stata brava a portarla.

Odio e Amo. 

Odio ancora più forte e amo ancora più forte di quanto so odiare. 

Sono arrabbiata, incazzata, violenta dentro. Prima di tutto con me stessa. 

E poi rido, preparo una carezza da regalare senza motivo, occhi dolci, persi nello scoprire piccole emotività che si presentano spontaneamente. 

Credo nel branco. Si ci credo. E nelle sue regole, che non permettono il tradimento. Se lo fai sei fuori.

Credo nella Luna. Nella sua forza così tanto più umana degli umani che la guardano. 

Credo nell'amicizia. E non a scadenza. Ma come contratto a tempo indeterminato. 

Non credo all'opportunismo, non ci sono mai riuscita. Nè all'essere stronzi per sentirsi un gradino sopra agli altri e dettare la propria santa verità. Nessuno ha la verità chiusa nei suoi pugni. 

Credo che più si stringa questa santa verità più si perda... o che in realtà non si abbia mai avuta, nemmeno di un granello.

Credo negli sguardi, quelli che ti avvolgono in un'alchimia che può essere solo un regalo e non un ostacolo.

Credo in quello che si riesce a costruire insieme. E ai lunghi viaggi accanto, anche se talvolta ci si perde. La strada del ritorno si ricorda facilmente se solo si vuole.

Non credo alle destrutturazioni facili e alla ripresa "come se niente fosse" perchè il male ti entra nelle vene e diventa parte del tuo sangue.

Quindi credo nei sentimenti puliti, che seppur pieni di errori hanno e mantengono un significato. Vero.

Credo nella verità, che a volte si cela dietro una bugia solo per la paura di esplodere, ma mai nella negatività di cose mal dette o meglio non dette.

Credo nel confronto, nella parola e nell'ascolto.. dosati come un diapason ti insegna la musica: va da sè che poi suoni senza tutore.

Non credo nell'indifferenza che distrugge il mondo. O meglio, credo non sia giusto farne un baluardo.

Credo nella libertà che non sotterra gli altri. Parlarne troppo spesso o grandi frasi filosofiche a riguardo, creano solo sbarre permanenti alla propria di libertà.

Quindi credo che se non sai sentirti libero, prima di esserlo, non puoi neanche avere a fianco persone libere se non apparentemente.

Non credo nei rapporti finti. Meglio non averne.

Credo nell'impegno, nella difficoltà di affrontare i problemi senza pugnalare alle spalle nessuno, ma se mai cercare rifugio nelle persone giuste.

Credo nei sorrisi ma anche nella celata e triste malinconia che spesso sa farti crescere e cullare molto più della felicità: è uno specchio che non può essere appannato nè può specchiare altri in quei momenti.

Credo nelle coincidenze come segni di vita: bisogna solo imparare a riconoscerli.

Non credo nell'amore facile e nel sesso senza emozioni. Non perchè sono bigotta, solo perchè ogni piccolo istante deve lasciarti qualcosa da scrivere nel quaderno della tua vita, anche solo una notte di sesso. Non ne vale la pena, se no.

Credo in me stessa. Non credo in me stessa. Talvolta bisogna tirare il dado. Ma alla fine il sei esce sempre, quindi, credo sì in me stessa. 

Credo negli errori se si fanno insegnamento anche sotto il dolore, che spesso non sa aiutarti all'inizio nel percorso di crescita ma che poi, come un uragano ti illumina la mente.

Non credo alle lacrime finte. Quel nodo in gola che sale non può essere di latta se ti violenta il cuore.

Credo nella vita, anche se spesso avrei preferito giocare a nascondino lassù pur di scappare da chi ho amato...

Non credo più in te. 

Ma nonostante tutto.. credo ancora in te. Perchè hai saputo insegnarmi a fare delle mie emozioni la mia ancora di salvezza, anche nel momento in cui mi sono sentita persa... 

Questo è. Se non va bene a qualcuno. Pace (per dirla fine). 

Ha sempre la mia maschera da usare. Gliela regalo volentieri.

Io non ne ho più bisogno.

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti