Io credevo che tu fossi diverso


Io credevo che tu fossi diverso 
e che magari la provassi quell’angoscia 
che certe volte ti traversava il volto 
e minacciava di esplodere, 
e invece tu ti paravi il culo. 
Come ogni altro povero stronzo mortale. 
-Sarah Kane-

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti