Facebook e i suoi utilizzi

Da Metronews:

Sacrificare 10 amici per un hamburger    
Il prezzo dell’amicizia? Un hamburger. Chi di noi non ha almeno una decina di contatti su Facebook che si conoscono appena o per niente? Ebbene, queste sono le vittime sacrificali ideali di coloro che, solo negli Usa, ricevono l’invito a disfarsene in cambio di un Whopper gratuito (l’equivalente del Big Mac). La rottura del rapporto è notificata ai 10 diretti interessati: «Tizio ti ha sacrificato per uno snack gratuito ». È proprio questo il meccanismo con cui si diffonde il messaggio promozionale Whopper Sacrifice di Burger King.

Lanciata negli States ai primi di dicembre, entro metà mese aveva già mietuto 75.000 vittime e distribuito 7.000 coupon. A chi vive in Usa basta accedere al sito www.whoppersacrifice.com e installare l’applicazione, mentre per il resto del mondo ancora non se ne parla. Ma con il bacino d’utenza a disposizione (150 milioni di iscritti) chissà che la catena americana, presente quasi ovunque nel mondo, non decida di varcare l’oceano. «Vogliamo far riflettere i fanatici delle amicizie sulla superficialità della maggior parte di esse» ha detto Brian Grais, vicepresidente del marketing di Burger King. Facebook, intanto, osserva e tace. E i sacrificati? Se non se la prendono troppo, è sempre possibile riallacciare i contatti. Ma anche no… (FABIO CALTAGIRONE)..... :/

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti