E tu, chi sei?


Ora in realtà, io non so nemmeno chi tu sia. Estraneo agli occhi, estraneo al cuore, estraneo a quei ricordi di qualcuno forse mai conosciuto -poco- neanche prima..... il dolore? cos'è il dolore quando ci convivi? Ormai un vestito immaginario o una cicatrice indelebile da ammorbidire ogni tanto.... e mentre ancora talvolta rischio di cercarti, sorrido di nuovo pensando che quella goccia di rugiada sia, ora, una lacrima di gioia... :)

Commenti

Post popolari in questo blog

Charlie finalmente morirà (e no, non è stato anche figlio tuo): quando il silenzio non c'è

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Cosa colpisce la tiroide? Ecco gli organi bersagliati quando non funziona bene