Facebook, questo sconosciuto

All'inizio a dire la verità, mi sono registrata così tanto per fare. Ora mi sono presa la scimmia di Facebook. Leggendo un po' di lui, mi sono accorta che ormai ha ben 4 anni di vita e mi domando se sarà lo stesso tempo che ci impiegherò per capirlo davvero.

Nel senso che:
-non sono proprio una lippa con l'inglese (meno male che ora gran parte si traduce in italiano)
-sono talmente tante le applicazioni che ora che le capisci tutte diventi scemo
-più amici aggiungi più il delirio aumenta

Ecco, forse di punti ce ne sarebbero molti altri ma qs mi sembrano già sufficienti per dire che mi piace, mi diverte, mi stimola ma faccio fatica a comprenderlo. E a dire la verità qualche amico già mi odia perchè quando aggiungi qualcosa poi lo mandi a tutti perchè ti dice di farlo e se non lo fai non vedi proprio nulla di tutto il percorso che hai seguito (simpaticamente tutto in inglese e perciò hai riempito il pc di sudore per capire tutte le parole e non rispondere a cose tue come se fossi il vicino di casa...)

Due delle cose che mi divertono è la solita rete virtuale e l'inserimento della chat, che ha sostituito in parte anche msn o altri, tanto puoi parlare anche mentre ti stai facendo un quiz o sistemando il tuo profilo! Ecco, come parte ludica non ha eguali. Cioè, attenzione, sempre per quello che ho capito di facebook!

Comunque chiedo scusa pubblicamente a tutti quelli che massacro con applicazioni, inviti, wall, super wall e consigli per gli acquisti....portate pazienza e infondo fate un sorriso...sarà mica che facebook è fatto proprio per questo?

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti