Amicizia: la storia del mondo in sette parole.


Ricevo questo messaggio in posta privata di FB: "scusa ma curiosando qua e là ho visto la foto (immagine o disegno cm dir si voglia) del tuo profilo..é spettacolare..l'ermetismo dell'amore..la storia del mondo in 7 parole.. scusa l'intromissione .. ciaoo".

L'ho trovato bellissimo. Primo perchè amo profondamente quell'immagine (che vedete qui sopra), secondo perchè adoro il video da cui l'ho tratta (e lo trovate alla fine), terzo perchè ho sempre pensato la stessa cosa. E che me lo scriva uno sconosciuto beh, mi ha sicuramente portato un sorriso e scaldato il cuore.

Perchè sapere che qualcuno che non conosci possa interpretarti da una foto e con un tatto così gentile, forse non è cosa da poco. E forse perchè conosco la storia che c'è dietro a tutto ciò e di certo oggi la neve non mi aiuta a non essere almeno in parte malinconica su un'amicizia che non esiste più. E' vero le frasi sull'andare e venire sono sempre pronte in questo momento ma tutte le vere amicizie (si perchè anche se ad un tratto finiscono non si possono non dire grandi e vere se si sono condivise cose di un certo peso) che se ne vanno, non sono mai un passaggio allegro e indolore. 

Rimangono cicatrici del cuore. Poi uno se ne fa una ragione piano piano e cerca di adeguarsi alle situazioni della vita ma non tutti i momenti sono uguali. Alcuni più forti e intensi rimangono come un brutto sogno ancora presente e la cosa critica è che ti restano solo come un pensiero triste a cui non puoi sfuggire e a cui non puoi porre rimedio.

Ma video o foto come questi rimangono forse, alla fine, come ricordi. E come tali vanno presi, senza lasciarsi prendere da quello sconforto che spesso ti trascina giù, perchè quando credevi in quella libertà condivisa di segreti e condivisioni, poi non è facile pensare "chi se ne frega". 

Quel video mi è rimasto dento, perchè ho spesso parlato del rapporto di sole & luna e la stessa letteratura ci porta racconti che rimangono nell'immaginario e nei sogni. Ora quel video io l'ho passato nel cuore di mio figlio, che non sa essere legato ad un'amicizia che per sua madre aveva un valore molto forte... e non lo saprà forse mai, ma ora è la sua canzone della buonanotte. Avrà un ricordo quando crescerà e si scontrerà lui stesso con delle perdite che gli faranno molto male. Ma che saranno parte della sua vita e della sua crescita interiore. 

Solo che ora non me la sento di dirgli la verità... che spesso le lacrime saranno forti a scaturire dal suo cuore, che le delusioni lo prenderanno senza lasciargli il fiato di reagire. Tenterò di esserci per poi fargli capire che da quel dolore così forte, saprà poi sorridere anche a cose più piccole, che prima gli sembravano il nulla. Che dovrà sbagliare, proprio come ho fatto io per poi sentirsi libero. Ma che non dovrà abbattersi e sentirsi inadeguato al mondo, perchè il mondo è pronto a riaccoglierlo, sempre. 
Magari non saranno le stesso persone, ma ce ne saranno altre che sapranno dargli mille cose diverse. Che il viaggio non è composto solo da se stesso ma da tante singole persone diverse che non saranno per sempre al suo fianco, e se lo saranno allora sarà un uomo fortunato. Solo e semplicemente quello.

Ma ora voglio che impari cosa vuol dire sognare, cosa vuol dire l'illusione di credere in una favola come questa, in un'amicizia che non ha fine. Che nonostante la distanza continua a preseguire. Dove ci si aspetta, dove il Sole scrive alla Luna che le manca. Nella forma di amore più bella che esista: il gioco e le parole di bambini. Tutto il resto per ora, ha poco senso.

Forse perchè voglio ancora anche io pensarla così. Perchè poi alla fine cerchi comunque il positivo che c'è, perchè poi alla fine non si può sempre stare male. Perchè poi, alla fine, c'è sempre una fine da mettere in conto anche se non lo vuoi. E diventi più forte, e ti senti più grande. 

E non vuoi smettere di credere e di sognare che la storia del mondo stia proprio in quelle 7 parole: "Dear moon, i miss  you, Love Sun". 

Guartelo con gli occhi dell'anima. Per me è ancora così. 



 





Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera di Hashimoto (non siete psicopatiche e basta)

Malattie autoimmuni: la Tiroidite di Hashimoto ha un rischio di 5 volte superiore, di sviluppare una seconda malattia autoimmune

30 anni di gift: e Facebook li inserisce nei commenti